Dona il tuo 5×1000 a EOLO!

 

C’è un modo per contribuire alle attività di EOLO – Equipe Oratori Lomellini che non costa nulla: devolvere il 5 per mille della dichiarazione dei redditi.

Ricordiamo che il 5 per mille non è alternativo (ma va ad aggiungersi) alla scelta di destinazione 8 per mille e non comporta alcuna spesa aggiuntiva per il contribuente ma solo il riparto, in proporzione alle scelte espresse, di una quota appunto pari al 5 per mille dell’intero gettito raccolto derivante dalle imposte sul reddito delle persone fisiche.

Chi desiderasse destinare il 5 per mille a EOLO – Equipe Oratori Lomellini, nell’apposita casella “Sostegno del volontariato…..” del mod. 730, UNICO o CUD deve scrivere il proprio nome, cognome e il codice fiscale di EOLO – Equipe Oratori Lomellini (ente beneficiario).

La firma va posta solo in uno dei riquadri e basta, perché sono alternativi fra loro.

I fondi raccolti mediante la devoluzione del 5 per mille saranno utilizzati da EOLO – Equipe Oratori Lomellini per la realizzazione ed il sostegno di iniziative a favore dei circoli affiliati.

Come fare per devolvere il 5 per mille a EOLO – Equipe Oratori Lomellini.

Se si presenta il Modello 730 o Unico:

  1. compilare la scheda sul modello 730 o Unico;
  2. firmare nel riquadro indicato come “Sostegno del volontariato…”;
  3. indicare nel riquadro il codice fiscale di EOLO – Equipe Oratori Lomellini:  94019760183.

Se non si è tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

Anche se non si deve presentare la dichiarazione dei redditi, si può devolvere a  EOLO – Equipe Oratori Lomellini il 5 per mille:

  1. compilare la scheda fornita insieme al CUD dal datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione, firmando nel riquadro indicato come “Sostegno del volontariato…” e indicando il codice fiscale di EOLO – Equipe Oratori Lomellini: 94019760183;
  2. inserire la scheda in una busta chiusa;
  3. scrivere sulla busta “DESTINAZIONE 5 PER MILLE IRPEF” e indicare il cognome, nome e codice fiscale;
  4. consegnare la busta a un ufficio postale, a uno sportello bancario – che la riceve gratuitamente – o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti…). 

Lascia un commento